Blog moto Foto moto Link moto
martedì 21 novembre 2017
il motore di ricerca dei motociclisti!
 Moto-Links Home MotoLinks
Aggiungi link moto
rss blog
categorie categorie
accessori (2)
custom (32)
eventi (16)
fiere (32)
gare (32)
moto (13)
moto2 (2)
motoGP (46)
notizie (34)
novità (14)
offroad (3)
reportage (1)
superbike (2)
 
 
entra nella
community!
di Moto-links!
 
  utenti online: 54
 
motoraduni ed eventi:
 
 siti top:
 
 ultimi links inseriti:
 
 
 





< Categorie   < Mototurismo   
= link attivo
 



Thumbnails by Thumbshots
 

Adventure4You - il portale dei viaggi avventura. I viaggi in moto, 4x4 o quad, i preparatori di mezzi e i corsi di guida off road e su pista.

tag relativi
 
sei il webmaster di "Adventure4You"? inserisci un nostro logo nel tuo sito, grazie.

Giovanni Vedani - Guida per Provincia di Varese/Prealpi
Giovanni Vedani - Guida per Provincia di Varese/PrealpiGiovanni Vedani organizza escursioni guidate nelle splendide Prealpi del varesotto sino ai confini con la Svizzera in un contesto di stupendi paesaggi tra faggeti, ruscelli e mulattiere. La possibilità di variare gli innumerevoli percorsi da semplici sterrati a extreme enduro consente il puro divertimento al principiante come al più esperto degli agonisti - da poche ore a più giorni. Il parcheggio per i mezzi di trasporto, il lavaggio finale delle moto nonché la possibilità di pernottamento rende indimenticabile una nuova esperienza di ENDURO! Per ulteriori informazioni contatta direttamente il signor Vedani scrivendo al suo indirizzo mail gianni.vedani@vecomitalia.it o chiamalo al numero 348 7448531.


Missione Dakar: le interviste agli equipaggi RTea
Missione Dakar: le interviste agli equipaggi RTea Obiettivi, preparazione, esperienze a confronto dei piloti e navigatori RTeam che affronteranno la grande sfida cross country in SudAmerica.   L'appuntamento con la Dakar 2017 si avvicina e RTeam è pronta a partecipare alla conferenza stampa ufficiale indetta dall'organizzazione internazionale a Parigi il 23 novembre, per poi effettuare nei giorni successivi le verifiche tecniche delle vetture e prepararle per la partenza in nave che le porterà fino in Sud America.   La squadra italiana, arrivata alla sua 9° partecipazione al raid più estremo del mondo, ha effettuato nei mesi precedenti un'ampia e dettagliata preparazione tecnica delle vetture e dei camion assistenza nella propria sede specializzata nell'allestimento di veicoli fuoristrada e con appositi test in particolari tracciati italiani ed europei. La preparazione alla Dakar ha necessitato inoltre di un particolare training da parte dei piloti e navigatori che hanno seguito un percorso di formazione tecnica, fisica e psicologica per affrontare la più grande sfida nel settore rally raid per la difficoltà del percorso, la lunghezza della gara e le condizioni estreme di guida.    Condizioni estreme soprattutto per Gianluca Tassi, primo italiano diversamente abile a partecipare alla Dakar, un primato che già promette di fare storia e di dare un forte messaggio al mondo delle persone disabili. " Voglio riuscire in questa impresa per dare un messaggio di speranza a tutti i disabili che si sono dimenticati che là fuori c’è un mondo da vivere" - dichiara il pilota di Perugia, che dopo essere stato campione di enduro e moto rally e aver partecipato alla Dakar su due ruote nel 1999, ha riportato una lesione della spina dorsale nel 2003 in Perù e da allora è passato alle quattro ruote, con appositi comandi per diversamente abili.   Nell'abitacolo del Ford Raptor Rteam con Tassi, ci sarà il navigatore Massimiliano Catarsi, che da anni lo affianca in diverse gare internazionali. "Ho gareggiato al fianco di oltre 30 piloti in svariate tipi di competizioni, poi, nel 2010 il mio Team Manager Renato Rickler mi propose una sfida strana...navigare un disabile. Cosi ho conosciuto Gianluca." - dichiara Catarsi. E sul suo ruolo di navigatore alla Dakar prosegue "Un buon Navigatore deve sicuramente conoscere i regolamenti specifici, avere buone capacità di navigazione, ma deve anche saper gestire le difficoltà tecniche e fisiche. Sono inoltre molto importanti anche le nozioni di meccanica e proprio per questo stiamo seguendo con il team una preparazione atletica unita ad un training di meccanica." Inoltre, affiancherà Tassi Alessandro Brufola, terzo pilota che lo assisterà anche come infermiere.   Affronteranno la Dakar con RTeam anche il pilota Graziano Scandola, navigato da Giammarco Fossà sul Ford Raptor SVT T2. Scandola, nel mondo del rally fin dagli anni '90, si troverà alla sua prima Dakar, ma con un notevole bagaglio di esperienza nel campo delle gare offroad. "Per chi ha la passione dei motori, la Dakar è la gara delle gare. - dichiara Scandola - Arrivato a 50 anni, affrontare la Dakar quest'anno per me è una grande sfida con me stesso, un nuovo stimolo che mi porterà a visitare luoghi stupendi ed esperienze che si possono vivere solo con questa avventura." L'obiettivo del pilota e del suo navigatore è quello di arrivare a Buenos Aires il 14 gennaio, dopo 12 giorni, diecimila chilometri e tre Paesi attraversati.   Per Fossà invece non si tratterà della prima volta "La mia prima Dakar l’ho corsa nel 2001 con un Mercedes Unimog T4. All'epoca però eravamo in Africa. La Dakar per gli amanti dell’off-road è il sogno di una vita e condividere questa incredibile esperienza con un vero “Amico”, com’è Graziano per me, penso sia la motivazione che meglio possa esprimere l’affrontarla nuovamente."   Oltre alle due vetture, Rteam sarà presente alla Dakar con il camion assistenza composto dal Team Manager Renato Rickler, David Giovannetti e Leonardo Cini, navigatore con esperienza nelle competizioni estreme. "Ho partecipato al campionato XTC (Extreme Trophy Challenge by FIF) nel 2011 arrivando 2°. Si tratta di una specialità nella quale la capacità di superare le difficoltà naturali presenti su percorsi in fuoristrada, costituisce la base dei risultati.[/] - dichiara Cini - vIl mio obiettivo è quello di misurarmi con la competizione estrema trovando sempre il modo di superare gli ostacoli."   Il parco mezzi RTeam per la Dakar si conclude poi con 2 veicoli di assistenza in cui saranno presenti i meccanici del team, pronti ad agire velocemente di fronte a qualsiasi tipo di necessità, condizione e tracciato.


Missione Dakar: le interviste agli equipaggi RTea
Missione Dakar: le interviste agli equipaggi RTea Obiettivi, preparazione, esperienze a confronto dei piloti e navigatori RTeam che affronteranno la grande sfida cross country in SudAmerica.   L'appuntamento con la Dakar 2017 si avvicina e RTeam è pronta a partecipare alla conferenza stampa ufficiale indetta dall'organizzazione internazionale a Parigi il 23 novembre, per poi effettuare nei giorni successivi le verifiche tecniche delle vetture e prepararle per la partenza in nave che le porterà fino in Sud America.   La squadra italiana, arrivata alla sua 9° partecipazione al raid più estremo del mondo, ha effettuato nei mesi precedenti un'ampia e dettagliata preparazione tecnica delle vetture e dei camion assistenza nella propria sede specializzata nell'allestimento di veicoli fuoristrada e con appositi test in particolari tracciati italiani ed europei. La preparazione alla Dakar ha necessitato inoltre di un particolare training da parte dei piloti e navigatori che hanno seguito un percorso di formazione tecnica, fisica e psicologica per affrontare la più grande sfida nel settore rally raid per la difficoltà del percorso, la lunghezza della gara e le condizioni estreme di guida.    Condizioni estreme soprattutto per Gianluca Tassi, primo italiano diversamente abile a partecipare alla Dakar, un primato che già promette di fare storia e di dare un forte messaggio al mondo delle persone disabili. " Voglio riuscire in questa impresa per dare un messaggio di speranza a tutti i disabili che si sono dimenticati che là fuori c’è un mondo da vivere" - dichiara il pilota di Perugia, che dopo essere stato campione di enduro e moto rally e aver partecipato alla Dakar su due ruote nel 1999, ha riportato una lesione della spina dorsale nel 2003 in Perù e da allora è passato alle quattro ruote, con appositi comandi per diversamente abili.   Nell'abitacolo del Ford Raptor Rteam con Tassi, ci sarà il navigatore Massimiliano Catarsi, che da anni lo affianca in diverse gare internazionali. "Ho gareggiato al fianco di oltre 30 piloti in svariate tipi di competizioni, poi, nel 2010 il mio Team Manager Renato Rickler mi propose una sfida strana...navigare un disabile. Cosi ho conosciuto Gianluca." - dichiara Catarsi. E sul suo ruolo di navigatore alla Dakar prosegue "Un buon Navigatore deve sicuramente conoscere i regolamenti specifici, avere buone capacità di navigazione, ma deve anche saper gestire le difficoltà tecniche e fisiche. Sono inoltre molto importanti anche le nozioni di meccanica e proprio per questo stiamo seguendo con il team una preparazione atletica unita ad un training di meccanica." Inoltre, affiancherà Tassi Alessandro Brufola, terzo pilota che lo assisterà anche come infermiere.   Affronteranno la Dakar con RTeam anche il pilota Graziano Scandola, navigato da Giammarco Fossà sul Ford Raptor SVT T2. Scandola, nel mondo del rally fin dagli anni '90, si troverà alla sua prima Dakar, ma con un notevole bagaglio di esperienza nel campo delle gare offroad. "Per chi ha la passione dei motori, la Dakar è la gara delle gare. - dichiara Scandola - Arrivato a 50 anni, affrontare la Dakar quest'anno per me è una grande sfida con me stesso, un nuovo stimolo che mi porterà a visitare luoghi stupendi ed esperienze che si possono vivere solo con questa avventura." L'obiettivo del pilota e del suo navigatore è quello di arrivare a Buenos Aires il 14 gennaio, dopo 12 giorni, diecimila chilometri e tre Paesi attraversati.   Per Fossà invece non si tratterà della prima volta "La mia prima Dakar l’ho corsa nel 2001 con un Mercedes Unimog T4. All'epoca però eravamo in Africa. La Dakar per gli amanti dell’off-road è il sogno di una vita e condividere questa incredibile esperienza con un vero “Amico”, com’è Graziano per me, penso sia la motivazione che meglio possa esprimere l’affrontarla nuovamente."   Oltre alle due vetture, Rteam sarà presente alla Dakar con il camion assistenza composto dal Team Manager Renato Rickler, David Giovannetti e Leonardo Cini, navigatore con esperienza nelle competizioni estreme. "Ho partecipato al campionato XTC (Extreme Trophy Challenge by FIF) nel 2011 arrivando 2°. Si tratta di una specialità nella quale la capacità di superare le difficoltà naturali presenti su percorsi in fuoristrada, costituisce la base dei risultati.[/] - dichiara Cini - vIl mio obiettivo è quello di misurarmi con la competizione estrema trovando sempre il modo di superare gli ostacoli."   Il parco mezzi RTeam per la Dakar si conclude poi con 2 veicoli di assistenza in cui saranno presenti i meccanici del team, pronti ad agire velocemente di fronte a qualsiasi tipo di necessità, condizione e tracciato.


Iron Bikers presenta "The Race" - Casale Monferrato 30 ottobre 2016
Iron Bikers presenta Gentili Ironbikers ,   tra meno di un mese si disputerà la prima edizione di  Ironbikers - The Race.....siete pronti ???   La scorsa settimana è arrivato l'RP della manifestazione direttamente dall'ufficio Promorace di Roma, potranno partecipare quindi alla manifestazione i licenziati FMI-Promorace e superiori. La licenza Promorace permetterà agli atleti provenienti da altre discipline, quali Corsa Campestre o Mountain Bike, oppure che sono sprovvisti di licenza di partecipare alla manifestazione senza dover sborsare alti costi  per l'ottenimento di una Licenza Agonistica a fine anno.   Tra una settimana saranno disponibili, accedendo ad Ironbikers dal sito www.motoclubpalli.it oppure accedendo direttamente da www.ironbikers.it, la modulistica e le coordinate bancarie per procedere all'iscrizione definitiva .   Il noto motocrossista e Dakariano "CARLO ALBERTO MERCANDELLI"  sarà il testimonial della manifestazione, e...... detto fra di Noi sta facendo un pensierino circa una sua eventuale partecipazione attiva all'evento.   Spero apprezziate il nostro sforzo organizzativo, che ci vedrà insieme,  pionieri di questa nuova disciplina, augurandoci, non senza una piccola ambizione, che la stessa possa crescere e diventare un vero campionato.  Ribadiamo che l'importante montepremi servirà come stimolo per dare il 100% sia fisicamente che con la manetta, anche se pensiamo, agli Ironbikers in chiave romantica identificandoli quali veri sportivi, che non abbiano necessità di stimoli per entrare  in modalità "100% ".   Abbiamo inviato i comunicati stampa a cira 80 testate giornalistiche e/o web, nelle prossime settimane verrà diffusa un'intervista con relativo filmato che andrà in onda sulle più importanti emittenti sportive tv e tv - web del settore.    Rimandiamo in allegato la locandina dell'evento richiedendovi gentilmente di fare azione di proselitismo diffondendola a tutti i vostri amici,appassionati e conoscenti.   Con l'occasione vi salutiamo sportivamente!  


Percorrendo in Due | Stefano e Annamaria dall'Italia al Sudest Asiatico
Percorrendo in Due | Stefano e Annamaria dall'Italia al Sudest AsiaticoStefano e Annamaria hanno intrapreso 5 anni fa uno splendido Tour in moto dall'Italia al Sudest asiatico in 6 mesi! Dopo aver vissuto a Londra per lavoro, hanno imparato tutto quello che occorreva conoscere della meccanica delle moto con un solo obiettivo in testa: viaggiare fino a New Delhi.  Dopo aver mollato tutto, sono riusciti nell'impresa e ci hanno spedito queste bellissime foto.  Pronti a sognare? Visita il loro sito!


"Le Toscane in Fuoristrada" e il Raduno "Strop In Borsetta"
Chi sono “Le Toscane in Fuoristrada”?   Nell’ottobre 2015, nello stand di delegazione toscana FIF presente al 4x4 Fest di Carrara, alcune donne appartenenti a diversi club toscani si sono incontrate e tra una battuta e l’altra, tra gli sguardi annoiati incrociati assistendo ai giochi dei propri compagni, grazie anche al suggerimento dei delegati, è nata la voglia di aggregare le donne di tutti i club per creare una trade union interclub tutta al femminile che abbracciasse il territorio toscano.   Dopo lungo riflettere le idee si sono andate chiarendosi e a seguito di numerosi incontri sono state definite la natura e lo statuto del club fino a che il 7 gennaio 2016, alle ore 21.42, è nato ufficialmente “Le Toscane in Fuoristrada”: un club esclusivamente rosa, nato dalle sinergie e dalle amicizie intrecciate in anni di raduni ed eventi condivisi a fianco dei propri “fuoristradisti”.   L’idea è quella di stimolare la partecipazione attiva nel mondo dei fuoristrada a tutte quelle donne che magari lo hanno vissuto indirettamente per anni senza mai esprimere il proprio potenziale in prima persona. Ad oggi, il Club conta già circa 30 socie, tutte volenterose di far parte attivamente di questo club appena nato.   Per gettare solide basi, per prima cosa è stato organizzato un corso di avvicinamento alla guida sicura in fuoristrada aperto a tutte le socie FIF di qualsiasi club toscano. Il corso ha riscosso molti consensi; non solo le donne che vi hanno partecipato hanno acquisito nozioni tecniche teoriche sulla buona guida in Fuoristrada ma hanno anche potuto mettere in pratica la teoria impegnandosi nel superamento di diversi ostacoli. Per il prossimo anno il programma è quello di fare il salto di qualità dal Corso di Avvicinamento, al Corso di Primo Brevetto. Già alcune socie sono provviste di Primo Brevetto e stanno effettuando il Corso per diventare Istruttrici Federali.    Passo successivo, necessario per mettersi subito alla prova e far conoscere sul territorio la splendida iniziativa, l’organizzazione di un Raduno dedicato ad equipaggi dai piloti con le Strop In Borsetta, che è anche il nome del raduno e che è già stato messo a calendario per il 18 settembre. Le regole sono semplici: il Pilota deve essere Donna. Gli uomini sono i benvenuti come navigatori o spettatori. Il luogo del raduno è l'Off-Park "La Gulfa" a Massarosa, una pista permanente in gestione all'Offroad Club Versilia, che affiancherà Le Toscane nell'organizzazione di questo loro primo raduno. Ci saranno tracciati a diversi gradi di difficoltà in modo che si possano divertire le principianti come le più esperte. Ci sarà il momento del pranzo in cui tutti gli equipaggi avranno modo di rifocillarsi e di conoscersi meglio. Inoltre gli sponsor sono già all’opera per rendere la giornata indimenticabile. Il Club Le Toscane in Fuoristrada ci tiene a ringraziare la Federazione in primis, la Delegazione Toscana che ha supportato l’iniziativa dal primo momento, i vari club toscani che hanno convogliato le loro preziose risorse nel nuovo club e si sono resi disponibili ad aiutare per la buona riuscita di quest’avventura e gli sponsor Desartica, Traction 4x4 e Top X che hanno sposato la causa con entusiasmo.   Per ulteriori info sul club e sul raduno al femminile che si svolgerà il 18 Settembre 2016 rimandiamo a contattare direttamente il club. Contatti:   Mail: letoscaneinfuoristrada@gmail.com FB: https://www.facebook.com/Le-Toscane-in-Fuoristrada-500577026795630/ Tel: Cinzia 328-2237909 -  Keti 338-4602581 Sede legale: via Roma, 24  - 50058 Signa (FI)   


Raduno Mitsubishi Club Italy
Raduno Mitsubishi Club Italy Più di 70 partecipanti al Raduno Mitsubishi Club Italy alla scoperta della bellissima e suggestiva Isola d'Elba e dei suoi più inediti percorsi off-road.   Un week-end indimenticabile per i più di 70 partecipanti al Raduno dell'Isola d'Elba organizzato dal Mitsubishi Club Italy dal 17 al 19 giugno alla scoperta degli emozionanti percorsi off-road dell'isola toscana. Un mix di divertimento, passione fuoristrada, ottima compagnia, buon cibo in location mozzafiato, interessanti luoghi da scoprire e visite organizzate, oltre naturalmente agli originali e suggestivi tratti off-road che hanno ben coniugato le prove tecniche con gli scorci panoramici, per una tre giorni che ha dato davvero grandi soddisfazioni.   I tanti partecipanti sono partiti venerdì 17 giugno da Piombino per arrivare a Portoferraio, capoluogo e principale porto dell'isola, dove il gruppo si è riunito per un cocktail di benvenuto presso la piscina dell'hotel Airone, prima della cena nella tensostruttura che si affaccia sul golfo, con un panorama mozzafiato accompagnato da lla degustazione delle prelibatezze toscane ideate dallo chef.    Sabato mattina tutti in marcia per iniziare l'avventura, scegliendo il miglior percorso in base alle gomme e alla preparazione della propria vettura. Il primo obiettivo da raggiungere è stata la Tenuta di Ripalte per un aperitivo veloce sulla terrazza della famosa cantina progettata ed ideata dall’architetto Tobia Scarpa, per poi proseguire fino all'esclusiva spiaggia di Remaiolo per un rilassante pranzo sul mare. Nel pomeriggio il gruppo Mitsubishi ha raggiunto le suggestive Miniere del Ginepro, dove una guida esperta ha spiegato tutti i segreti della maestosa miniera sotterranea, nel giacimento di magnetite più grande d’Europa. Un salto a Capoliveri e poi direzione spiaggia di Norsi, passando da diversi tratti con varianti più difficili per i più esperti, che si sono messi alla prova in ardue prove tecniche, sempre seguiti dagli istruttori professionisti della Scuola Pilotaggio Mitsubishi. Alla sera un bel bagno nel mare limpido dell'Elba, aperitivo sulla spiaggia e grande fritto di pesce per dare ufficialmente il benvenuto all'estate.   Anche la giornata di domenica è stata intensa, con un programma ricco di interessanti appuntamenti, ad iniziare dalla mattina con la tappa “Viticcio”, un tratto fuoristrada impegnativo che ha subito messo in circolo l'adrenalina. La carovana è arrivata fino a Marciana Marina con una sosta all'Acqua dell'Elba, la famosa azienda di profumi, molto apprezzata dalla parte femminile del gruppo. La scoperta dell'isola è proseguita in direzione Marina di Campo con un percorso off-road che ha portato fino alla fabbrica di orologi Locman, dove i partecipanti al raduno erano attesi per l'interessante visita guidata all'interno della sede di una delle aziende di orologeria più importanti in Italia.    Percorrendo una panoramica meravigliosa con vista su Pianos a e Montecristo, il gruppo è tornato a portoferraio per il Gran pranzo finale nel bel prato dell'hotel Airone per poi ripartire verso casa con i traghetti del pomeriggio.   Un'altra avventura è rimasta nelle mente e nei cuori dei partecipanti e si unisce all'elenco dei Raduni Mitsubishi Club Italy, pensati sempre per stupire, coinvolgere ed emozionare gli appassionati dell'off-road, con un occhio al divertimento e al relax in famiglia.   Il calendario 2016 prosegue adesso con l'appuntamento nella bellissima Versilia, fissato per il week-end del 16 e 17 luglio con percorsi nell'entroterra e relax in spiaggia.  


Raduno Mitsubishi Club Italy
Raduno Mitsubishi Club Italy Più di 70 partecipanti al Raduno Mitsubishi Club Italy alla scoperta della bellissima e suggestiva Isola d'Elba e dei suoi più inediti percorsi off-road.   Un week-end indimenticabile per i più di 70 partecipanti al Raduno dell'Isola d'Elba organizzato dal Mitsubishi Club Italy dal 17 al 19 giugno alla scoperta degli emozionanti percorsi off-road dell'isola toscana. Un mix di divertimento, passione fuoristrada, ottima compagnia, buon cibo in location mozzafiato, interessanti luoghi da scoprire e visite organizzate, oltre naturalmente agli originali e suggestivi tratti off-road che hanno ben coniugato le prove tecniche con gli scorci panoramici, per una tre giorni che ha dato davvero grandi soddisfazioni.   I tanti partecipanti sono partiti venerdì 17 giugno da Piombino per arrivare a Portoferraio, capoluogo e principale porto dell'isola, dove il gruppo si è riunito per un cocktail di benvenuto presso la piscina dell'hotel Airone, prima della cena nella tensostruttura che si affaccia sul golfo, con un panorama mozzafiato accompagnato da lla degustazione delle prelibatezze toscane ideate dallo chef.    Sabato mattina tutti in marcia per iniziare l'avventura, scegliendo il miglior percorso in base alle gomme e alla preparazione della propria vettura. Il primo obiettivo da raggiungere è stata la Tenuta di Ripalte per un aperitivo veloce sulla terrazza della famosa cantina progettata ed ideata dall’architetto Tobia Scarpa, per poi proseguire fino all'esclusiva spiaggia di Remaiolo per un rilassante pranzo sul mare. Nel pomeriggio il gruppo Mitsubishi ha raggiunto le suggestive Miniere del Ginepro, dove una guida esperta ha spiegato tutti i segreti della maestosa miniera sotterranea, nel giacimento di magnetite più grande d’Europa. Un salto a Capoliveri e poi direzione spiaggia di Norsi, passando da diversi tratti con varianti più difficili per i più esperti, che si sono messi alla prova in ardue prove tecniche, sempre seguiti dagli istruttori professionisti della Scuola Pilotaggio Mitsubishi. Alla sera un bel bagno nel mare limpido dell'Elba, aperitivo sulla spiaggia e grande fritto di pesce per dare ufficialmente il benvenuto all'estate.   Anche la giornata di domenica è stata intensa, con un programma ricco di interessanti appuntamenti, ad iniziare dalla mattina con la tappa “Viticcio”, un tratto fuoristrada impegnativo che ha subito messo in circolo l'adrenalina. La carovana è arrivata fino a Marciana Marina con una sosta all'Acqua dell'Elba, la famosa azienda di profumi, molto apprezzata dalla parte femminile del gruppo. La scoperta dell'isola è proseguita in direzione Marina di Campo con un percorso off-road che ha portato fino alla fabbrica di orologi Locman, dove i partecipanti al raduno erano attesi per l'interessante visita guidata all'interno della sede di una delle aziende di orologeria più importanti in Italia.    Percorrendo una panoramica meravigliosa con vista su Pianos a e Montecristo, il gruppo è tornato a portoferraio per il Gran pranzo finale nel bel prato dell'hotel Airone per poi ripartire verso casa con i traghetti del pomeriggio.   Un'altra avventura è rimasta nelle mente e nei cuori dei partecipanti e si unisce all'elenco dei Raduni Mitsubishi Club Italy, pensati sempre per stupire, coinvolgere ed emozionare gli appassionati dell'off-road, con un occhio al divertimento e al relax in famiglia.   Il calendario 2016 prosegue adesso con l'appuntamento nella bellissima Versilia, fissato per il week-end del 16 e 17 luglio con percorsi nell'entroterra e relax in spiaggia.  


Paolo Colangeli di Macedonia Adventures ci ha lasciato
Paolo Colangeli di Macedonia Adventures ci ha lasciatoNon è un giorno lieto per noi. Soprattutto per coloro che hanno viaggiato, condiviso momenti, assaggiato emozioni in compagnia di Paolo.  Non vogliamo parlare delle tragiche circostanze che hanno causato la sua morte improvvisa. Vogliamo ricordarlo così, con lo sguardo sempre rivolto altrove, pronto per un nuovo viaggio. Ciao Paolo Lo staff di Adventure4You


Paolo Colangeli di Macedonia Adventures ci ha lasciato
Paolo Colangeli di Macedonia Adventures ci ha lasciatoNon è un giorno lieto per noi. Soprattutto per coloro che hanno viaggiato, condiviso momenti, assaggiato emozioni in compagnia di Paolo.  Non vogliamo parlare delle tragiche circostanze che hanno causato la sua morte improvvisa. Vogliamo ricordarlo così, con lo sguardo sempre rivolto altrove, pronto per un nuovo viaggio. Ciao Paolo Lo staff di Adventure4You



contenuti feed rss a cura di "Adventure4You"

Nessun commento presente




Inserisci un commento Inserisci un commento

Nome:

e-mail:

        (non verrà pubblicata)






Non è consentito inserire codice <html> nel commento: se vuoi segnalare un sito motociclistico, utilizza l'apposito modulo.


Nessuna recensione presente.

Sei il webmaster di "Adventure4You"? Vuoi ottenere più visite? Richiedi la recensione con immagini e descrizione dettagliata, utilizzando questo modulo: una vetrina presente su Moto Links, è lo strumento giusto per dar maggior visibilità al tuo sito!

Alcune foto dalla community: aggiungi le tue!

Gli ultimi articoli inseriti nel Blog:
Da Millepercento la naked italiana Scighera

Scighera è il nome dialettale della nebbiolina che ricopre i campi della Brianza alle prime ore del mattino. Uniforme, densa, leggera.

Jesolo Summer Festival 2014

Jesolo Summer Festival 2014Una miscela esplosiva quella che sta fermentando nel calderone di Jesolo Bike Summer Festival, edizione 2014.

Conclusa edizione 2013 del Motor Bike Expo

BikeExpo VR 2013Il brutto tempo di domenica non ha rovinato lo spettacolo andato in scena nelle aree esterne.

Il 2 marzo 2013 va in scena Passione Moto a Padova

Passione Moto PD 2013Il più grande mercato di moto usate, d’epoca e classiche del Veneto.

Da HD Italia nasce Sportster Iron 883 Special Edition

H-D Sportster Iron 883_SE13Arese, settembre 2012. Entrare nel mondo Harley-Davidson® è un po’ come aprire un fantastico libro delle favole. Sognare ad occhi aperti, lasciar correre la fantasia, liberare le emozioni.

 
Daniel accessori moto